19 gen 2018

Pizza napoletana senza glutine senza amido di frumento e senza lattosio


 Avete presente quelle ricette vecchie e dimenticate, che sono lì da una vita
e che non avete mai preso in considerazione?
Beh, oggi vi parlerò proprio di una storia così
In realtà io la mia pizza perfetta ce l'avevo e ce l'ho avuta ed era questa ma anche
questa, una evoluzione della Pizza di Felix in cui spesso utilizzavo solo
Conad e Glutafin entrambe con amido di frumento deglutinato.
Ed è proprio qui che nasce il mio problema e la necessità di sperimentare
nuovi impasti con farine senza amido di frumento perché, almeno per ora,
il mio intestino mi ha fatto intendere di non sopportarlo più!
Ecco quindi nuovi personali esperimenti, tentativi, insuccessi completi e altri
a metà che intanto sto sperimentando e che una volta funzionanti vi proporrò.
Ma la ricetta di oggi è di quelle che vale la pena provare perché è già perfetta.
Non trovate?
 
Pizza Margherita

 Del resto la ricetta è di Marco Scaglione mica Micio micio -bau bau!
Era su un vecchio ricettario Nutrifree e non l'avevo mai provata prima.
Per fortuna che l'ho fatto! Ho solo modificato le modalità di lievitazione, 
variato un po' le dosi e aggiunto il grano saraceno.
Impasto dunque senza glutine, senza amido di frumento e senza latte.
Cotta su pietra refrattaria senza quindi aggiunta di olio ... si è gonfiata in maniera
sublime rimanendo bassa e croccante nel centro e soffice e alta sui bordi.


Ecco la ricetta per 5 persone
Ingredienti
Per la base
600 gr di Mix per pane Nutrifree
120 gr di farina di riso finissima Nutrifree
30 gr di farina di grano saraceno Nutrifree
600 ml di acqua leggermente tiepida
25 gr di lievito di birra fresco
45 ml di olio
13 gr di sale fino
 Per farcire
Usate gli ingredienti che preferite ma tutti a crudo!

Sciogliere il lievito nell'acqua prevista e lasciare agire
(non aggiungere zucchero poiché è già presente del Mix Nutrifree)
Nella planetaria versate le farine e montare il gancio impastatore
Versare l'acqua con il lievito gradatamente mentre si lavora a velocità bassa.
Una volta incorporato tutto il liquido, unire l'olio a filo (sempre lavorando)
e infine il sale. Continuare a impastare per circa 5 minuti a media velocità.
Coprire la ciotola con un canovaccio pulito e mettere in lievitazione in un
luogo riparato da correnti d'aria.
Dopo circa 1 ora e mezza riprendere l'impasto e lavorarlo molto delicatamente
su un piano leggermente infarinato con farina di riso (non finissima).
Dividere l'impasto in 8/9 palline e lasciarle lievitare ancora per 45 minuti
coperte dallo stesso canovaccio. 
Accendere il forno a 250° per pizza e porre la pietra refrattaria sul fondo del forno.
Intanto preparare il condimento prescelto: la Margherita è fatta con salsa di pomodoro
fatta in casa e condita con olio Extravergine di oliva, sale e origano. 
La mozzarella è un bocconcino vaccino aggiunto dopo 5 minuti dall'inizio della cottura.
Le pizze al prosciutto cotto hanno la mozzarella di base, le patate grattugiate e 
salate, il prosciutto cotto e la provola affumicata; tutto insieme in forno.
Le pizze con la cipolla di Tropea hanno anche le patate grattugiate e il tonno sott'olio
Prendere ogni pallina e appiattirla CON LE MANI dal centro verso l'esterno
Condire a piacere e infornarne 2 o 3 per volta sulla pietra rovente
Riprendere tramite pala per pizza e lasciar intiepidire su una gratella per
evitare la condensa. Gustare ancora calde!!!

Pizza con prosciutto cotto e patate

Pizza con tonno, patate grattugiate e cipolla di Tropea



Pizza bianca


 Buon GFFD a tutti voi!



14 gen 2018

Vacanze matte, di Richard Powell


Un libro davvero divertente, da non perdere
Geniale Powell nel descrivere la psicologia dei Kwimper e tutto sommato,
non sarebbe male vivere come loro! 
Senza pensieri e senza responsabilità a lungo termine ma affrontando
la vita e tutti i suoi problemi giorno dopo giorno, uno per volta, 
cercando di vedere sempre il lato buono delle persone e dei fatti.
Ma non crediate che questo sia un libro sdolcinato, romantico o dai sentimenti
sciorinati in maniera banale perché vi sbagliereste di grosso!
Questo libro è unico, esilarante e incredibilmente originale
Sarebbe un peccato svelarvi di più perché merita davvero di essere scoperto,
pagina dopo pagina, sorriso dopo sorriso, sorpresa dopo sorpresa!


Sinossi
I Kwimper, una famiglia di sfaticati che vive di sussidi per la disoccupazione, composta da padre, tre figli e una baby-sitter, durante un viaggio in auto prendono per sbaglio una strada in costruzione e si ritrovano, senza benzina, nel cuore del nulla americano. Una terra di nessuno che non figura nemmeno sulle carte geografiche, e che dunque può essere colonizzata, reclamandone la proprietà. La situazione ideale per cominciare da capo, come veri pionieri, e costruirsi un nuovo mondo: peccato che la terra promessa vada difesa dalle pretese di due funzionari del governo fin troppo zelanti, e di una banda di gangster da strapazzo... Pubblicato nel 1959, salutato da un clamoroso successo di pubblico, "Vacanze matte" mantiene intatta la sua carica comica e dirompente. La guerra che i Kwimper, balordi di irresistibile testardaggine, ingaggiano con le autorità e il crimine organizzato, la loro disarmante ingenuità rischiano di diventare il simbolo vincente di una resistenza al conformismo dominante che mai come oggi appare necessaria.

12 gen 2018

Lemon Squares senza glutine di Martha Stewart


 Sono davvero pochissime le parole che possono descrivere questi 
eccezionali dolcetti; intrisi di profumato succo di limone con un ripieno
cremoso da leccarsi i baffi e una croccante base che li rende irresistibili.
Come tutte le ricette di Martha Stewart, precise e impeccabili, non dovete
avere sensi di colpa e dovreste chiudere gli occhi sulla maggior parte 
degli ingredienti e soprattutto delle quantità usate (specie di zucchero).
Ho preparato questi dolcetti per una festa e pertanto abbiamo condiviso
il piacere e le calorie insieme a tutti gli ospiti  insieme con altre deliziose preparazioni 
della Stewart come questi golosi Brownies al doppio cioccolato o a queste 
lussuriose Pecan Bars. Tutto sparito  nel giro di pochissimo tempo!

Veniamo dunque alla ricetta di oggi, leggermente modificata per essere 
resa senza glutine e con le dosi di zucchero sensibilmente diminuite
Riuscita comunque perfetta

Ingredienti
(per una teglia rettangolare di vetro da cm. 23x33 c.ca)
Per la base
170 gr di burro congelato
215 gr di farina senza glutine per pasta frolla
(io Mix di farine naturali per biscotti e torte salate)
140 gr di zucchero polverizzato 
1 pizzico di sale
Per il ripieno
4 uova grandi
230 gr di zucchero
25 gr di farina senza glutine
1 pizzico di sale
150 ml di succo di limone
50 ml di latte intero
Zucchero a velo senza glutine per decorare

Preriscaldare il forno a 170° ventilato per dolci
Imburrare la teglia indicata e coprirla con carta da forno lasciando
fuoriuscire leggermente i lembi per poi poter tirare su il dolce con al carta.
Preparare la base:in una larga ciotola, miscelare la farina, lo zucchero polverizzato
e il sale. Con una grattugia a fori larghi, grattugiare il burro congelato e
aggiungerlo nella ciotola con gli altri ingredienti. 
Mescolare con un cucchiaio di legno fino ad ottenere delle briciole
Trasferire il composto nella teglia e premere con le mani fino a compattare
uniformemente. Trasferire la teglia in freezer per circa 15 minuti.
Cuocere quindi per circa 16-18 minuti
Intanto preparare il ripieno
Sbattere le uova e aggiungere lo zucchero e in sale; lavorare fino a rendere
l'impasto completamente liscio. Unire il latte e il succo di limone e mescolare.
Versare tutto sulla base ancora bollente e rimettere in forno a 160°
fino a quando il ripieno sarà rassodato (circa 20 minuti)
Estrarre la teglia dal forno e lasciar raffreddare per circa 10 minuti
Sollevare la carta da forno dai lembi laterali trasferendo il dolce su
una gratella fino a raffreddamento completo
Spolverare di zucchero a velo e conservare in un contenitore ermetico
ponendo dei fogli di carta da forno tra un Lemon square e l'altro

Buon weekend e buon GFFD


8 gen 2018

Bruschetta senza glutine con hummus di ceci e gamberetti


Adoro l'hummus di ceci e lo abbinerei tranquillamente ad ogni piatto
e ad ogni situazione
Ultimamente l'ho provato sulla bruschetta Nutrifree, una vera salvezza
quando la fame improvvisa si fa sentire e non si dispone di pane fresco in casa
Il Pan Bruschetta Nutrifree è confezionato in comode porzioni e
vi basterà una veloce scaldata sulla piastra per renderlo croccante e
pronto ad essere farcito!
MA come le prepariamo queste stuzzicanti bruschette senza glutine e senza latte?
La ricetta completa la trovate qui sul sito di Nutrifree



20 dic 2017

Torcetti senza glutine con farina di castagne




Avete presente quei piccoli spazi della giornata che vorreste riempire con qualcosa
di dolce ma senza esagerare?
Può capitare dopo cena prima di cominciare a riempire la lavastoviglie, 
o magari in un pomeriggio piovoso quando insieme al tè non vorremmo
aggiungere troppe calorie, o semplicemente per una colazione gustosa e
profumata perché le castagne con il caffè si sposano alla grande!
E allora eccoli, questi friabili e deliziosi torcetti da preparare prima di Natale
senza glutine e senza burro e decisamente...troppo buoni!



La ricetta l'ho presa su questo sito e ho apportato delle modifiche personali
senza però cambiare la farina di supporto ovvero la mitica Mix it! di Schär
sempre adatta ad ogni uso e da non farsi mai mancare in dispensa


Ingredienti
per circa 30 torcetti o ciambelline
250 gr di farina di castagne senza glutine
200 gr di farina Mix it! Schär
130 gr di zucchero di canna chiaro + q.b. per decorare
3 albumi
2 tuorli
60 gr di olio di riso
30/40 ml di latte (dipenderà dalla grandezza delle uova)
8 gr di lievito per dolci senza glutine
1 pizzico di sale
mezzo cucchiaino di essenza pura di vaniglia
mandorle pelate per decorare

Potete procedere a mano o con la planetaria, cosa che io ho fatto per sporcare solo
un attrezzo e fare decisamente prima!
Nel Kenwood inserire dunque le farine miscelate co nil lievito, lo zucchero, il sale, l'olio 
e la vaniglia lavorando a media velocità quindi unire i tuorli uno alla volta 
e fare lo stesso per gli albumi aggiungendo il successivo solo quando 
il precedente sarà assorbito completamente.
Sempre lavorando, versare il latte a filo considerando che l'impasto dovrà avere la
consistenza di una pasta frolla. 
Compattare l'impasto e coprirlo con pellicola trasparente riponendolo in frigorifero
per circa 2 ore. Non cambierà la consistenza poiché non c'è burro all'interno
ma il tempo di riposo servirà a far amalgamare meglio i sapori 
Preriscaldare il forno a 190° statico
Riprendere l'impasto e stenderlo su una spianatoia leggermente infarinata (sempre Mix it)
Staccare dei piccoli pezzi e arrotolarli a formare dei bastoncini
Da questo poi ricavare le ciambelline o i torcetti per poi passarli nello zucchero
terminando la decorazione con le mandorle
Disporre i biscotti su una teglia da forno e cuocere per circa 20/25 minuti
(dipenderà dal vostro forno)
Si conservano per diversi giorni in un contenitore ermetico



13 dic 2017

Minestra di ceci e spinaci

 

L'inverno ormai è arrivato e la voglia di cibi caldi, di minestre e zuppe
e più in generale di coccole serali è sempre presente.
Questa sfiziosa minestra a base di legumi e spinaci, vi farà fare il
pieno di ferro, proteine e fibre e vi scalderà in ogni senso!
La ricetta l'ho presa sull'Enciclopedia della Cucina Italiana, sempre una garanzia
La versione originale prevede la cottura normale (infondo alla ricetta trovate
anche le indicazioni per prepararla così) ma io, avendo sempre pochissimo tempo
a disposizione, ho preferito l'utilizzo della pentola a pressione.
Ecco come procedere





Ingredienti 
(per 4 persone)
400 gr di spinaci freschi
300 gr di ceci secchi
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 cipolla
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale

La sera precedente alla preparazione, sciacquate i ceci e metteteli in una
ciotola coprendoli con acqua fredda leggermente salata. 
Lasciateli in ammollo fino al giorno seguente.
Scolate i ceci e metteteli in pentola a pressione coperti di acqua. 
Chiudete e cuocete per venti minuti  a partire dal fischio, a fiamma bassa 
Intanto lavate bene gli spinaci e tritateli  grossolanamente
Sbucciate la cipolla tritandola e soffriggetela con l'olio in una padella
Unite il concentrato di pomodoro, mescolate e togliete subito dal fuoco.
Trascorsi i 20 minuti di cottura, sollevare la valvola della pentola a pressione
e far fuoriuscire tutto il vapore quindi aprirla e unire gli spinaci e il soffritto
aggiustando di sale e continuando a cuocere per circa 10 minuti

Portare in tavola ben calda spolverando a piacere con della paprika
affumicata o con del peperoncino





Per la cottura tradizionale, disporre i ceci in pentola con 2 litri di acqua salata,
coprire e cuocere per due ore e mezza.
Circa 30 minuti prima del termine della cottura, aggiungere gli spinaci e il soffritto

7 dic 2017

Torta di mandorle e limoncello senza glutine



Oggi vi propongo una torta semplicissima ma dal gusto incisivo e indimenticabile
Le mandorle la fanno da padrone insieme al limoncello che dona a
questo dolce un ulteriore tocco mediterraneo.
Sofficissima e adatta ad ogni momento della giornata, questa torta
sarà sicuramente gradita a tutti perché delicata e sofficissima.
Provatela con me, è anche senza latte!




Ingredienti
350 gr di farina di mandorle senza glutine e senza zucchero
(oppure tritate 350 gr di mandorle riducendole in  sottile farina)
190 gr di zucchero
la buccia grattugiata di un limone non trattato
50 gr di fecola di patate senza glutine
5 uova (peso totale circa 300/320 gr non oltre)
70 gr di limoncello
2 cucchiaini di lievito per dolci senza glutine 
(io Colombo Bio)

Foderare una teglia a cerniera da cm. 26 e preriscaldare il forno a 170° ventilato per dolci
Nella ciotola del Kenwood disporre uova e zucchero e lavorare con la frusta a filo
per 10 minuti alla massima velocità.
Abbassare la velocità al minimo e unire la scorza del limone, il limoncello, 
la farina a cucchiaiate e infine il lievito.
Amalgamare il composto delicatamente con una spatola e versarlo nella teglia.
Cuocere per circa 40 minuti
Lasciar raffreddare su una gratella e cospargere di zucchero a velo senza glutine





Le origini di questa ricetta  sono da ricercare nei meandri del web risalendo
almeno a 10 anni fa quando spulciavo e ricopiavo ricette ignara di doverne
un giorno riconoscere la paternità in un blog.
Pertanto, mie modifiche a parte, se qualcuna riconoscesse la sua torta di mandorle
sarei felice di citarla e ringraziarla

1 dic 2017

Biscotti da inzuppo senza glutine con l'ammoniaca




Erano anni che cercavo una ricetta come questa.
Neppure quella della nonna mi era riuscita bene, forse perché rigorosamente a occhio
E dire che ne avevo provata più d'una ma...o mi venivano troppo secchi, 
o troppo sbriciolosi, o troppo dolci...insomma! Non trovavo la quadra
Poi, grazie a Pinterest, ho trovato questa ricetta e l'ho provata subito
Il risultato?


Finalmente come lo immaginavo; ottimo sapore, consistenza perfetta e davvero
facili e veloci da preparare. Ho solo diminuito un po' lo zucchero e l'ammoniaca
 e aggiunto la vaniglia, oltre che, come è ovvio che sia, cambiare farina.
Inoltre, poiché il mio olio pugliese è troppo forte per i dolci, ho usato il mio
solito olio di riso, che trovo perfetto per ogni occasione.
Allora è un piacere condividere la mia esperienza con voi


Ingredienti 
500 gr di farina senza glutine per dolci
2 uova
180 gr di zucchero di canna chiaro
100 ml di olio di riso
80 ml di latte
1 cucchiaino di vaniglia bourbon
la scorza grattuggiata di un limone
10 gr di ammoniaca per dolci
Per restare in tema di tradizione, biscotti di una volta e ricordi di infanzia,
ho deciso di non usare l'impastatrice.
Preriscaldare il forno a 180° ventilato per dolci (oppure 200° statico)
Ho fatto tutto a mano sporcando solo una ciotola, una frusta e una spatola
Nella ciotola lavorare le uova, la vaniglia e lo zucchero con la frusta
Intiepidire leggermente il latte e sciogliervi l'ammoniaca
Aggiungere al composto di uova e zucchero l'olio a filo, la farina e
infine il latte . Amalgamare con la spatola fino ad ottenere un composto liscio.
Trasferirlo su un piano di lavoro, leggermente (ma proprio leggermente)
infarinato con farina di riso finissima e dividerlo in 3 o 4 filoncini


Tagliarli in piccoli triangoli


Usando una forchetta che bagnerete nel latte per farli venire più colorati
appiattirli (non vi preoccupate di appiattirli troppo perché
in cottura cresceranno molto sia in altezza che in larghezza)


Disporli su una placca  rivestita di carta da forno e poi, se volete,
distribuiteci sopra un po' di zucchero di canna (è per questo che io avevo 
tolto 20 gr di zucchero dalla ricetta originale)


Infornare e cuocere per circa 15 minuti, dipenderà dal vostro forno.
Quando li vedrete di un bel colore dorato estraeteli dal forno e lasciateli
raffreddare su una gratella. Mangiateli freddi così da far scomparire del tutto
l'odore dell'ammoniaca.


Buona colazione inzupposa!


30 nov 2017

Salerno e dintorni a Natale senza glutine




Bellissima la Campania nel periodo natalizio.
Presepi, luci e tradizione in una cornice meravigliosa, fatta di innato senso
di ospitalità, di allegria, di professionalità e di ottimo cibo.

A Salerno si svolge ormai da molti anni, Luci d'autore,  una bellissima manifestazione
che incanterà sicuramente grandi e piccini


E nei dintorni? La Costiera ha sempre il suo fascino colorato, anche d'inverno


Abbiamo mangiato ottime pizze senza glutine un po' ovunque e gustato dolci tipici
senza difficoltà in tutta la zona




Se volete leggere il mio articolo completo, vi aspetto su Gluten Free Travel and Living

28 nov 2017

Calamarata con pomodorini, pinoli e acciughe

E' arrivata la nuova pasta Nutrifree!
Noi l'abbiamo provata e ci è piaciuta molto; regge abbastanza bene la cottura
(questo formato e i paccheri necessitano di molta attenzione per i tempi di cottura
altrimenti tenderanno a spaccarsi pur rimanendo al dente), ha un buon sapore e
la giusta consistenza per essere una pasta senza glutine. Solo mais e riso, 
senza OGM e senza mono e digliceridi è già porzionata un bustine singole.
Forse 100 gr a persona però sono un po' troppi...semmai la scaldiamo di sera in padella;)



Con la Calamarata Nutrifree ho preparato un sughetto semplice semplice con Bimby
ma assolutamente delizioso!
Provatelo anche voi ;)



 Ingredienti per 3 persone
1 confezione di Calamarata Nutrifree
350 gr di pomodorini ciliegino
50 gr di uvetta sultanina
30 gr di olio Evo
30 gr di pinoli
6 acciughe sott'olio (io 4)
2 fettine di zenzero fresco
sale q.b.


Ammollare l'uvetta in acqua calda.
Tagliare i pomodorini a metà e asciugare le aciughe con carta assorbente
Nel boccale disporre l'olio, lo zenzero, le acciughe, i pinoli e l'uvetta strizzata; 
insaporire per 3 mi.. 100° vel. 1
Unire i pomodorini, salare e cuocere per 10 min. 100° vel.1
Il vostro sugo è pronto per condire la Calamarata

Buon appetito!





LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...