30 apr 2011

Mini-budini After Eight per un'amica latitante


Un dessert veloce e godurioso che vi propongo per la  vostra domenica.
Io li avevo preparati il giorno di Pasquetta perché c'era la probabilità che una certa amica passasse nel pomeriggio ma...la cara amica non è più passata e neanche me lo ha fatto sapere! Che maleducata vero??? E pensare che quando gliel'ho detto al telefono, c'era una tale calma e un tale silenzio che non può non avermi capita!!! 
Ovviamente sto scherzando Danyyyyyy però non te li faccio più lo stesso ah ah ah!
Poco male...i budini ce li siamo pappati tutti noi :)


Ingredienti:
1 lt di latte intero
3 uova
1 bustina di vanillina
100 gr di sciroppo di menta consentito
80 gr di zucchero
120 gr di maizena consentita
100 gr di cioccolato fondente consentito (anche 80 gr)

Io ho usato il Bimby.
Nel boccale mettere tutti gli ingredienti tranne il cioccolato e cuocere 10 min. 80° vel.4.
Versare il composto in uno o più stampi e lasciar raffreddare a temperatura ambiente quindi, mettere in frigo per qualche ora. Prima di servire versare il cioccolato nel boccale pulito  e tritare 10 sec. vel.7-8; sciogliere per 8 min. 50° vel.soft (oppure sciogliere a bagnomaria). Versare il cioccolato fuso sui budini e servire.

Io ho dimezzato le dosi usando comunque 1 bustina di vanillina e mettendo 1 uovo e un tuorlo. Mi son venuti fuori 8 piccoli budini sformati in un lampo con lo stampo in silicone Amelie di Guardini
                                                         
Ricetta tratta dal libro Contempora "Il meglio di Bimby.it"






29 apr 2011

Cuori di vaniglia al cacao


Ma che buoni questi biscotti! Ho preso la ricetta delle Lingue di gatto di Felix e l'ho modificata
 un pochino. Ho pensato di aggiungere il cacao per dare un sapore più gradito ai bambini e mi è venuto in mente di dargli questa strana forma.
 In effetti l'abbinamento ciocco-vaniglia è, come sempre, perfetto!
Ecco la mia versione che ho realizzato con il Bimby per comodità; se non ce l'avete potete sempre usare le fruste o altri mixer (guardate la ricetta originale di Felix).

Ingredienti:
105  gr di Mix di farine naturali per impasti lievitati (no avevo la Biaglut)
5/10 gr di cacao amaro
  75  gr di zucchero a velo
  70  gr di burro a temperatura ambiente
    2  albumi a temperatura ambiente (Olga suggerisce di metterli a bagnomaria in acqua tiepida)
       qualche goccia di essenza di vaniglia
       

Nel Bimby frullare lo zucchero semolato 8 sec. vel. 9 e mettere da parte. Montare leggermente gli albumi con una frusta o una forchetta. Nel boccale lavorare il burro 40 sec. vel.4. Con le lame in movimento a vel.3 aggiungere lo zucchero a velo a cucchiaiate finché non si sarà assorbito quindi, aggiungere gli albumi e l'essenza di vaniglia continuando a lavorare per 15 sec. vel.3. Unire la farina e lavorare ancora 15 sec. vel.4. Amalgamare bene con la spatola e togliere dal boccale un terzo dell'impasto, trasferendolo in una ciotola. Aggiungere il cacao e mescolare per bene. Lasciar riposare entrambi gli impasti e intanto accendere il forno a 200° (ventilato per dolci).
Preparare due sac-à-poche (consiglio quelle usa e getta) e tagliare la punta di circa 1 cm. Coprire di carta da forno 2 leccarde.
Una volta che il forno sarà a temperatura riempire le sac-à-poche con i due composto e formare dei cerchi con il cacao che saranno riempiti al centro con una noce alla vaniglia (potete anche fare il contrario)

Infornare per 10/15 minuti e trasferire su una gratella per far raffreddare completamente.


27 apr 2011

Insalata variopinta


Idee per disintossicarsi dagli eccessi delle feste ;-)

Ingredienti (per 2 persone):
1 cespo di lattuga 
4 pomodori 
1 avocado
1 vaschetta di formaggi Jocca
12 olive verdi
Per la citronette:
1 cucchiaio di succo di limone fresco
2 cucchiai di olio Evo
1 pizzico di sale

Volete anche le istruzioni per l'uso? Tagliate tutte le verdure, disponetele in due capienti ciotole, frullate gli ingredienti per la citronette e servite con il formaggio e i grissini.



Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Eleonora

26 apr 2011

Baccalà al latte (con Bimby)


Un'altra meravigliosa ricetta che il Bimby preparerà  mentre noi  facciamo....tutt'altro!

Ingredienti (per 4 persone):
1 Kg di baccalà dissalato e ammollato per 2 o tre giorni (oppure prendetelo già pronto)
400 gr di latte a lunga conservazione
200 gr di latte fresco
20 gr di pangrattato
2 mazzetti di prezzemolo (le foglie)
1 cipolla media tagliata in quarti
30 gr di olio Evo
400 gr di pomodori maturi tagliati a cubetti
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di pepe

Tagliare il baccalà a pezzetti e metterlo a marinare in 400 ml di latte per almeno 2 ore.
Scolare i pezzi del baccalà (il latte purtroppo va buttato) e sistemarli nel vassoio e nella campana del Varoma. Nel boccale, tritare il prezzemolo con il pangrattato 10 sec. vel.8 e cospargere sul baccalà
Nel boccale mettere la cipolla e tritare 4 sec. vel.7. Aggiungere il latte fresco, l'olio, i pomodori a cubetti, il sale e il pepe; posizionare il Varoma e cuocere 30 min. Varoma vel.1.
Al termine della cottura, disporre il baccalà su un piatto da portata e coprire con il sughetto.

Il consiglio: per togliere dal Varoma e dal boccale l'odore del pesce, pulirli entrambi e versare nel boccale 400 ml di acqua con 2 rametti di rosmarino; posizionare il Varoma e portare a bollore 8 min. Varoma vel.1

Ricetta presa dal libro Contempora "A tutto vapore"

Ho vinto!


Finalmente anch'io ho vinto un contest!
Con Nutrifree e il contest del Cous-cous "Lo chef del mese"  
ho partecipato con la mia ricetta
 dei Bocconcini di coda di rospo aggiudicandomi 
il primo premio :))

E' una bella soddisfazione, grazie Nutrifree

25 apr 2011

Girasole di tonno




Trascorsa bene la Pasqua? E la Pasquetta vi ha fatto divertire?
Io sono rimasta a casa con la mia famiglia. Ma proprio quella mia stretta stretta perché fra un imprevisto e l'altro ci eravamo così stancati così tanto che abbiamo deciso di rinchiuderci nel nostro guscio mini-familiare senza grosse tradizioni culinarie da rispettare, mega mangiate da parenti ma solo tanto tanto riposo per ricaricare le batterie un po' malconce.
Fra i pasti frugali che ci siamo regalati, ho proposto questa atipica insalata.




Ingredienti:
2 o 3 cespi di indivia belga (serviranno solo le foglie più grandi)
1 uovo sodo grande
250 gr di tonno al naturale
1 acciuga
1 cucchiaino di capperi
25 gr di burro morbido
100 gr di philadelphia (o ricotta)

Lavare le foglie più esterne dell'indivia e metterle ad asciugare in un canovaccio pulito.
In un mixer (io nel Bimby) frullare tutti gli ingredienti tranne l'uovo e mettere in frigo il composto per qualche ora fino a prima di servire.
Sbucciare l'uovo sodo ed estrarre il tuorlo.
In un piatto rotondo, disporre le foglie di indivia a formare una corolla e al centro spalmare il composto sbriciolandovi sopra il tuorlo.




Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Burro e Miele




Ricetta presa e modificata dal libro Contempora "Il meglio di Bimby.it"

23 apr 2011

21 apr 2011

Torta alla crema di amaretti


Che fantastica torta! Profumata e friabile, non smetteresti mai di addentarla...
Questo post è uno degli  esempi massimi di ciò che la "condivisione" fra il web, i blogger, gli sponsor e i produttori di alimenti senza glutine possa significare. Cosa voglio dire?
Mi spiego meglio...
1) La ricetta l'ho presa da Roberta perché mi aveva ispirato subito, anche se l'ho modificata un po'  nella crema per mancanza di ingredienti ;)
2) La forma, cannellata e perfetta, è dovuta alla comoda tortiera  Morgane da 27 cm della Guardini che ieri mattina è arrivata finalmente nella mia cucina con un caloroso "benvenuto!"
3) Gli amaretti duri senza glutine, gli unici in giro per ora, che Piaceri Mediterranei mi ha fatto recapitare qualche tempo fa per provarli
Vedete? Siamo una grande famiglia o no???

Ma ora la ricetta...


Ingredienti:
Per la base
250 gr di Mix per crostate e biscotti
150 gr di zucchero
100 gr di burro
    2 uova medie
    1 cucchiaino di lievito per dolci consentito
mezza fialetta di aroma alla mandorla (mia aggiunta)
Per la crema
Roberta consiglia (e la prossima volta mi organizzerò e seguirò il suo consiglio)
300 gr di ricotta
    2 cucchiai di zucchero
mezza fialetta di aroma alla mandorla (mia aggiunta)
100 gr di amaretti
Io non avevo la ricotta e ho fatto così:
200 gr di panna acida (stava per scadere e non trovavo più la ricetta per la quale l'avevo presa!)
100 gr di latte condensato
100 gr di amaretti tritati (i miei son venuto molto finemente tritati)
  10 gr di zucchero a velo

Impastare gli ingredienti della base (io ho usato il Bimby a vel.6 per 25 sec.) e porla in frigo a raffreddare per una mezz'ora. Intanto mescolare gli ingredienti del ripieno fino ad ottenere una crema.
Imburrare una tortiera da 26/28 cm. e accendere il forno a 180°.
Suddividere l'impasto in due parti (una dovrà essere poco più della metà). Su un foglio di carta da forno stendere un primo disco di pasta aiutandosi con farina di riso. La frolla non dovrà essere molto sottile come se fosse una crostata ma potete lasciarla più alta perché una volta cotta...vi si scioglierà in bocca. Rigirare la base sulla tortiera lasciando i bordi abbastanza alti e spalmare la crema. Stendere il secondo disco e rovesciarlo sulla farcia isigillando i bordi. Bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta e cuocere per circa 30 minuti.
Spolverare di zucchero a velo.
E' buonissima!!!

Tutto da capo


LA TRAMA
"Quando Joseph Weissmann divorziò da sua moglie aveva settantotto anni e lei settantacinque". Inizia così il nuovo romanzo di Cathleen Schine: Joseph non lo ammette, ma naturalmente c'è di mezzo una donna molto più giovane di sua moglie Betty e quest'ultima si ritrova improvvisamente senza un soldo e senza casa: lo splendido appartamento signorile su Central Park dove ha vissuto con il marito per più di cinquant'anni. In seguito al generoso intervento di un ricco cugino che le offre ospitalità in un cottage di sua proprietà a Westport, nel Connecticut, Betty è costretta a trasferirsi seppur a malincuore. Le sue due figlie - Miranda, agente letteraria impulsiva e fascinosa, e Annie, riservata e giudiziosa direttrice di biblioteca a New York - quasi cinquantenni, alle prese con problemi vari, non possono certo lasciare la madre da sola! La seguono così in quella mondana località turistica dando inaspettatamente una svolta alla loro vita sentimentale.




LE MIE IMPRESSIONI
Quando ho comprato questo libro sono stata attratta dalla copertina e, leggendo la trama, il libro mi era sembrato molto intrigante. Poi ho cominciato a leggerlo e sono stata attratta unicamente dalla voglia di arrivare all'ultima pagina al più presto, per smettere di soffrire! Difficilmente lascio un libro a metà ma questa volta la tentazione è stata forte. Una prosa scialba, inconcludente e noiosa. Una trama banale e alquanto improbabile, perfino in America dove tutto è possibile. Una specie di soap opera senza i doppiatori ma solo sottotitoli difficili da seguire. con attori di serie B i cui nomi già dicono tutto (Miranda, Rosalyn, Felicity...ma dai!)
Insomma, se lo avete letto mi piacerebbe conoscere il vostro parere; se non lo avete fatto...vi spedisco il mio!

20 apr 2011

Zucchine trifolate (con Bimby)


Ricetta che sul libro base è proposta con le melanzane e che potrebbe passare inosservata con le zucchine (che sono inserite solo come variante). Facile, veloce, leggera e molto gustosa.

Ingredienti:
500 gr di zucchine
  40 gr olio Evo
    1 spicchio d'aglio
    1 mazzetto di prezzemolo 

Tagliare le zucchine a rondelle sottili 
(o se vi piace sentire il sapore "rotondo" della zucchina, lasciarle più spesse).
Nel boccale tritare l'aglio e il prezzemolo 5 sec. vel.7. 
Aggiungere l'olio e soffriggere 3 minuti 100° vel.1. 
Aggiungere le zucchine e cuocere 15 minuti 100° vel.1 antiorario.

Io ci condisco anche la pasta aggiungendo una spolverata di pecorino romano




Smilla Magazine

Amici foodblogger...avete già avuto modo di guardare questo nuovo aggregatore?


Si chiama Smilla Magazine ed è un magazine che offre una rassegna stampa quotidiana degli articoli pubblicati su siti di informazione e blog inerenti il mondo della cucina.


Se siete interessati a farne parte per migliorare la vostra visibilità, vi consiglio di visitare questa pagina 

19 apr 2011

Quiche agli asparagi



Ingredienti:
Per l'impasto
100 gr di burro a pezzi
150 gr di ricotta ben scolata
    1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di pepe
Per il ripieno
30 gr di Grana Padano grattugiato
50 gr di scamorza a pezzi
100 gr di asparagi + q.b. per decorare
100 gr di ricotta ben scolata
    3 uova medie
    1 cucchiaino di sale

Per comodità ho fatto tutto nel Bimby
Cuocere al vapore gli asparagi per 30 minuti.
Nel boccale, impastare tutti gli ingredienti per la base lavorando a vel.6 per 20 secondi. Formare una palla, coprirla con pellicola trasparente  e far riposare in frigo per 15 minuti.
Imburrare e infarinare con farina di riso una teglia da 24/26 cm. e stendere la pasta in uno strato sottile. Se la teglia è antiaderente, eviterei di imburrare!
Accendere il forno a 180° .
Pulire il boccale e metterci la scamorza con i 100 gr di asparagi a pezzetti; tritare 3 sec. vel.6. Unire la ricotta, le uova e il sale e mescolare 15 sec. vel.4. 
Versare il composto sulla base e decorare con gli asparagi tenuti da parte.
 Infornare per 25/30 minuti con funzione ventilata e anche 40 minuti con forno statico.
E' molto buona anche il giorno dopo.





Ricetta presa dal Libro Contempora "Il meglio di Bimby.it"






15 apr 2011

Finger Food...Mania!



E' scoppiata la mania del Finger Food, delle monoporzioni da gustare con due dita...pensate che gioia sarebbe per i bambini entrare in uno di quei locali super chic con tanto di atmosfera soft e...fiondarsi con le loro bellissime dita cicciotte su questi raffinatissimi piattini!!! Per fortuna che ho perso l'abitudine di girare per locali :)
Ieri invece ho provato ad improvvisare un Finger Food Party a casa mia; al sicuro da ogni eventuale brutta figura a causa dei miei irruenti figli, mi sentivo molto rilassata nello sperimentare nuove invenzioni e a provare i bellissimi accessori ricevuti da Atmosfera Italiana
Questo è ciò che mi sono inventata per l'occasione



PICCOLI INVOLTINI ALLO SPECK E MOZZARELLA 
IN COMPAGNIA DI MINI PURE' DI VERDURE COLORATE

Ingredienti per gli involtini:
500 gr di carne a fettine (io ho usato un tagli odi manzo molto tenero)
    1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
    2 cucchiai di pangrattato
    2 cucchiai di olio Evo
  50 ml di vino bianco secco
    1 cipolla bianca
    1 pezzetto di mozzarella (io ho usato quella per pizza) o formaggio morbido a vostro gusto
  80 gr di speck a fiammifero
100 gr di panna da cucina

Preparare delle piccole fette di carne e schiacciarle molto bene con un batticarne. In una ciotola miscelare il pangrattato, l'olio e il parmigiano. Salare le fette di carne e distribuire su ciascuna un mucchietto di mix di pane e formaggio completando con un pezzettino di mozzarella. Chiudere bene gli involtini con un paio di stuzzicadenti. In una padella antiaderente scaldare l'olio facendo appassire la cipolla tagliata a velo aggiungendo un cucchiaio di acqua. Aggiungere lo speck e rosolare per un minuto quindi, unire gli involtini rigirandoli su tutti i lati. Chiudere con un coperchio, abbassare la fiamma e cuocere per 3 o 4 minuti. Sfumare con il vino bianco e lasciar asciugare per 5 minuti a fiamma vivace. Versare la panna, salare, pepare e coprire cuocendo ancora per 5 minuti a fiamma bassa. Gli involtini sono pronti (controllate la cottura della carne secondo il vostro gusto). 
Se vorrete potrete accompagnarli a del purè che avrete precedentemente preparato,
Ingredienti per i purè:
    1 Kg di patate
300 gr di latte
    3 pizzichi di sale
  30 gr di parmigiano grattugiato
  30 gr di burro
140 gr di carote
140 gr di piselli (freschi o surgelati)
140 gr di barbabietole (rape rosse)


Vi risparmio la mia preparazione con il Bimby che naturalmente ho usato :) Ve la posterò più avanti con un'altra ricetta dedicata ai purè di verdure.
Preparare il purè come si fa normalmente. Intanto lessare le altre verdure (o cuocerle a vapore) separatamente le une dalle altre e ridurle in purea salandole. Suddividere il purè di patate in 4 parti uguali. Prendere ciascuna di queste parti e frullarla con ognuna delle tre verdure ottenendo così 4 purè di differenti colori. Distribuire nelle ciotoline.


ENJOY YOUR FINGER FOOD!!!


13 apr 2011

Il gaio Pan di Spagna...ovvero il Pan di Spagna di Gaia!


E finalmente ce l'ho fatta a pubblicarlo. Il miglior Pan di Spagna senza glutine mai provato. Soffice, morbido, malleabile...perfetto! Grazie a Gaia ho finalmente la mia gaia base per torte :)


Gli ingredienti sono identici solo che ho usato zucchero a velo al posto dello zucchero semolato. Per la cottura mi è servito un diametro cm.26 e ho variato la temperatura del forno rispetto a Gaia.

Ingredienti:
3 cucchiai di maizena consentita
2 cucchiai di fecola di patate consentita
3 cucchiai di farina di riso consentita (io uso Vital Nature)
120 gr di zucchero a velo
6 uova
1 limone bio (la buccia)


Lasciare le uova a temperatura ambiente per almeno 1 ora.
Grattugiare la buccia del limone. Setacciare le farine e accendere il forno a 150°
Separare i tuorli dagli albumi. In una ciotola (o nell'impastatrice) mettere lo zucchero a velo (potete anche farlo voi frullando lo zucchero semolato) e i tuorli e lavorarli per 10/15 minuti. Questo passaggio è molto importante per incamerare più aria possibile e far crescere poi  la torta che è senza lievito. 
Unire le farine e la scorza del limone.
Montare a neve fermissima gli albumi e incorporarli moooolto delicatamente all'impasto, dal basso verso l'alto con un cucchiaio di metallo. Imburrare una tortiera a cerniera del diametro di 26 o 28 cm. (dipende dall'altezza della torta che intendete realizzare) e cospargerla di pan grattato facendo cadere quello in eccesso.  Cuocere a 160° ventilato per dolci per 30 minuti senza mai aprire il forno e 10 minuti con lo sportello semiaperto (inserendo un cucchiaio di legno nell'apertura dello sportello).
Spegnere il forno e lasciare la torta dentro per 10 minuti per farla raffreddare gradatamente. 
Toglierla dallo stampo e farla raffreddare capovolgendola su una gratella. 




Focaccia di Recco senza glutine



Olga e Manu... l'ho fatta!!! E' strepitosa, buonissima e non avrei mai pensato di maneggiare, tirare e stendere in questo modo un impasto senza glutine! Ragazzi su Un cuore di farina senza glutine non c'è niente che non si possa trovare.
La ricetta l'ho fatta uguale alla loro con la sola variante di mettere 1 sola confezione di stracchino (250 gr) invece che due.

Ingredienti:
150 ml di acqua
40 g. di olio
10 g. di sale
per il ripieno:
250 g. di stracchino (meglio squacquerone che è più morbido)


Impastare tutto fino ad ottenere un impasto compatto ma morbido e farlo riposare al caldo per 30 minuti c.ca
Accendere il forno a 250°
Riprendere l'impasto e dividerlo in due parti. Stendere la prima su un foglio di carta da forno della circonferenza della teglia (io ho usato 28 cm.) in una sfoglia molto molto sottile (tranquille, regge!). Ungere la teglia con olio e spolverare con farina di mais sottile (la fumetto per intenderci); adagiare l'impasto così
Mettere lo stracchino a ciuffetti 
Stendere l'altro disco sempre su carta da forno e capovolgerlo sullo stracchino chiudendo i bordi senza sovrapporli ma rifilandoli con un coltellino (il post di Olga e Manu spiega benissimo)
Praticare dei fori sulla superficie (per far fuoriuscire il vapore) e infornare per 10/15 minuti.
Ecco la fetta. I bambini l'hanno divorata e visto che papà ha fatto tardi...ne ha trovata davvero poca :)


Con questa ricetta partecipo al contest di Assaggi di viaggio

12 apr 2011

Contorno di funghi pleus arrosto


Lo so che molti penseranno "Ma che sta pubblicando Anna Lisa è impazzita? Un semplice contorno?" Okay, voglio solo condividere il metodo di cottura di questi funghi che mi ha insegnato mia madre e che non tutti (almeno fra i miei amici) conoscono. In fondo il blog non deve necessariamente contenere cose complicate no?
Dunque, la particolarità sta nel fatto di condirli prima della cottura.
Prendete i funghi, lavateli e strizzateli fra i palmi delle mani. Adagiateli su un piatto largo e cospargeteli di olio, sale e pepe (nel verso che vedete in foto). Lasciateli marinare per un'oretta. Prendere una padella antiaderente e fatela scaldare senza condimenti quindi, metteteci dentro i funghi e cuoceteli da entrambi i lati senza aggiungere altro.
Sono buonissimi, croccanti e saporiti :)

Zuppa di carote e zenzero al forno (con Bimby)


Il mio brevissimo week-end al mare è già finito e il tempo domenica non ci ha neppure regalato alcuna emozione rispetto a quanto la settimana avesse fatto presagire. Comunque è stato bello trascorrere il famoso "tempo libero" in maniera veramente LIBERA, senza impegni sul fronte casalingo ma solo guardando il cielo e i pini, anche se decisamente liberi dal sole!
Oggi condivido con voi, questa originale zuppa gratinata che ho trovato sul libro della Contempora "I tuoi primi" ma che ho liberamente interpretato nell'aggiunta di ingredienti e nella cottura e presentazione finali. Io l'ho realizzata con il Bimby ma per chi non ce l'avesse, basta cuocere tutto in pentola e poi frullare con un qualunque mixer.

Ingredienti (per 4 persone):
700 gr di brodo vegetale
500 gr di carote
       zenzero fresco
    1 cipolla
    1 mazzetto di prezzemolo
    1 cucchiaio di grana grattugiato
  50 gr di mozzarella (o formaggio filante a vostra scelta)
  40 gr di olio Evo
       fette di pancarré tostato sufficienti a coprire il fondo della pirofila
       sale e peperoncino q.b.

Sbucciare le carote e tagliarle a pezzi tenendone una da parte. Nel boccale tritare la cipolla 5 sec. vel.7, versare 20 gr di olio e soffriggere 3 min.100° vel.1. Aggiungere le carote a pezzetti e tritare 20 sec. vel.8. Tagliare a rondelle la carota tenuta da parte e aggiungerla nel boccale insieme al brodo, lo zenzero grattugiato e il peperoncino. Cuocere 30 minuti 100° vel.1 aggiustando di sale se necessario. Intanto tostare il pancarré e posizionarlo in una pirofila in un solo strato.Cospargere con il prezzemolo tritato e l'olio rimasto e versarvi le carote cotte. Tagliare la mozzarella a tocchetti e aggiungerla sulle carote completando con il grana grattugiato. Infornare a 200° per 5 minuti (o finché non sarà gratinato).


Con questa ricetta partecipo al contest di Le ricette dell'amore vero
Scade il 14 maggio!

09 apr 2011

Gelato al cioccolato (con Bimby)


E visto il caldo che c'è fuori mi sa che dobbiamo cominciare ad attrezzarci per rinfrescarci un po'. Ho appena terminato di attrezzare il camper per il mare, ma prima di partire vi lascio questa golosa ricetta.

Ingredienti:
100 gr di cioccolato fondente a pezzetti
400 gr di latte intero
100 gr di panna fresca (crema di latte)
100 gr di zucchero
    1 bustina di vanillina
    1 pizzico di sale
    1 cucchiaio di maizena
    2 cucchiaini di cacao amaro
    2 uova intere

Nel boccale tritare il cioccolato 10 sec. vel.8 e mettere da parte. Senza lavare il boccale, inserire il latte e la panna con la vanillina e il sale; cuocere 7 min. 80° vel.2. Aggiungere quindi lo zucchero, il cioccolato tritato, la maizena e le uova per proseguire la cottura altri 7 min. 80° vel.3. Trasferire il composto in un contenitore da freezer basso e largo e far freddare a temperatura ambiente
Metterlo nel congelatore per almeno 12 ore. Quando intendete mangiarlo, scongelatelo per 5 minuti a temperatura ambiente e capovolgetelo su un tagliere

Con un coltello a lama larga tagliatelo a cubetti di circa due cm.x due.

 Inserite i cubetti nel boccale e mantecare 1 minuto circa (guardate dal foro) da vel. 5 a 7 spatolando.

Se non lo consumate tutto potete rimetterlo in congelatore e quando lo riprenderete sarà già pronto per essere gustato.

BUON WEEK-END A TUTTI!!!

08 apr 2011

Biscottini Cinesi della Fortuna senza glutine


Se dovessi partecipare al mio Contest della Fortuna vi proporrei questa ricetta. 
Questi biscotti sono stati inventati dai cinesi americani e ogni biscotto contiene un messaggio; solitamente un proverbio oppure l'oroscopo o anche una barzelletta. Vengono serviti al termine di un pranzo cinese per augurare Buona Fortuna!

Ingredienti:
3 albumi
60 gr di zucchero a velo
60 gr di farina per dolci
45 gr di burro fuso

Preparate dei piccoli bigliettini con i messaggi che preferite e ripiegateli in due.
Lavorare gli albumi in un recipiente fino a renderli schiumosi. Aggiungere lo zucchero a velo e il burro (raffreddato) e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Unire la farina e mescolare rendendo il composto liscio. Lasciar riposare per 15 minuti.
Scaldare il forno a 180°
Prendere due fogli di carta da forno della misura delle vostre leccarde. Disegnare su ognuna 4 cerchi del diametro di 8 cm. (io ho usato un mug per la colazione) e disporle su un piano di colore chiaro (altrimenti sulle leccarde nere non si vedrebbe più il cerchio) con il segno della matita rivolto all'ingiù (per non sporcare i biscotti di colore o matita). Trascorso il tempo di riposo prelevare 2 cucchiaini rasi di impasto e disporli sui primi 4 cerchi 
Infornare per circa 5 minuti, finché i biscotti non saranno dorati sui bordi. Mentre i 4 biscotti cuociono, preparare altri 4 cerchi in modo da infornarli appena escono i precedenti.
Appena tirate fuori la prima leccarda, dovrete velocemente staccare ogni cerchio con una lama, inserire il biglietto e ripiegare il biscotto su se stesso e ancora su se stesso premendolo sul bordo di una tazza per dargli la forma finale
Non fatevi prendere dall'ansia perché qualche minuto ce l'avete prima che si induriscano del tutto :)
Continuate così fino a terminare l'impasto.
E' una bella idea per un compleanno di bambini: i miei li hanno mangiati tutti solo per il gusto di trovare il messaggio :)

N.B. La ricetta glutinosa è identica.


Ricetta presa dal Libro "Muffin e Dolcetti"


Con l'occasione vi ricordo che manca esattamente 1 mese alla chiusura del mio contest. Aspetto le vostre ricette!!!





Con questa ricetta partecipo al contest di Assaggi di viaggio

07 apr 2011

Colomba pasquale senza glutine (con Bimby)


La colomba è davvero il dolce che meglio riusciamo a imitare di tutto ciò che di glutinoso può esserci in giro. Prima della diagnosi, panettoni e colombe non erano per nulla di mio gradimento ma ora, con questa ricetta, la musica è cambiata e questo impasto sa tanto di prodotto artigianale profumato e soffice al punto giusto.
Secondo voi chi dobbiamo osannare per questa bontà??? Ma naturalmente la Regina della panificazione senza glutine, la mitica Olga/Felix che tutto può!
La ricetta originale la trovate nel suo blog . Vi riporto qui gli ingredienti per comodità e il procedimento che io ho eseguito con il mio inseparabile Bimby. 

Ingredienti:
300g di mix senza glutine per torte lievitate 
100 g di latte in polvere (usare quello per la prima infanzia da 0 a 6 mesi) 
2 cucchiaini di xantano 
130 g. di zucchero a velo 
2 cucchiaini di zucchero semolatoscorza di limone 
2 cubetti di lievito 
160 g. di burro fuso 
2 bustine di vanillina 
1 fialetta di vaniglia2 uova intere e 2 tuorli 
100 g. di acqua 
100 gr di latte
Per la ghiaccia:
1 albume
30 g di mandorle intere
50 gr di mandorle a lamelle
100 gr di zucchero semolato
30 gr di zucchero in granella5 o 10 g di acqua a seconda della grandezza dell’albume (la glassa deve essere densa e non colare)

Fondere il burro nel microonde e farlo freddare.
In una ciotola mettere il latte e l'acqua appena tiepidi con i 2 cucchiaini di zucchero e sbriciolarvi dentro il lievito lasciando agire per una decina di minuti. Nel boccale mescolare le farine, il latte in polvere, lo zucchero a velo, lo xantano, la scorza di limone, le bustine di vanillina (riscrivo tutto perché l'anno scorso ho dimenticato di mettere lo zucchero!!!). Aggiungere il burro fuso, le uova e il lievito sciolto; lavorare 2 min. vel. da 4 a 6. 
Coprire con un canovaccio pulito e poi con una coperta (io ho usato un pile) e farlo lievitare per un'oretta. 
Aggiungere la fialetta di vaniglia e lavorare ancora per 1 minuto a vel.6.
Ungere uno stampo (io uso quelli di carta e li ungo con il burro spray che almeno va in tutti gli angoli) e infarinarlo con farina di riso. Versarvi il composto facendolo aderire a tutte le pareti dello stampo. Mettere in forno spento a lievitare ancora per 45 minuti. Estrarre  la colomba e accendere il forno a 160/170° (dipende dal forno).  
Preparare la ghiaccia poco prima della scadenza dei 45 minuti.
Nel boccale frullare lo zucchero 10 sec. vel.9 .Aggiungere l'albume e l'acqua e lavorare 20 sec. vel.6. Spalmare la glassa sulla colomba e cospargere con le mandorle e lo zucchero in granella.
Infornare per circa un'ora sul gradino basso del forno. A circa 15 minuti dalla fine del tempo, controllare la superficie ed eventualmente coprirla con carta alluminio per non bruciarla (io, con il mio forno devo farlo).
Fate la prova stecchino prima di sfornarle e lasciatela su una gratella per circa 10 minuti. Dopodiché, come consiglia Olga, infilzatela con tanti stecchini (quelli lunghi da barbecue) e appoggiatela così capovolta su di un piano a raffreddare per almeno 10 ore. 
Fatelo perché una volta me ne son dimenticata con il panettone e mi si è afflosciato al centro!
Buona colomba a tutti!!!

06 apr 2011

Bocconcini di coda di rospo allo zenzero fresco e cous cous di mais


E pensare che fino all'anno scorso non conoscevo neanche una ricetta con il cous cous. La celiachia mi aveva impedito perfino di interessarmi a qualunque idea e quando sentivo parlare di San Vito Lo Capo e della sua festa del cous-cous mi veniva una rabbia per non aver fatto in tempo ad andarci prima della diagnosi!!!
Ora invece, grazie a Nutrifree posso anch'io sbizzarrirmi e guardate cosa mi sono inventata ieri sera...

Ingredienti (per 2 persone affamate):
1 trancio di coda di rospo (non l'ho pesato ma era bello cicciotto)
2 cucchiai di farina di riso
15 pomodorini pachino o ciliegino
2 rametti di timo fresco
2 cucchiai di olio Evo
1 spicchio d'aglio
mezzo bicchiere di vino bianco secco
1 pezzetto di zenzero fresco
1 cucchiaio e mezzo di Patè di olive nere
1 mazzetto di erba cipollina fresca
180 gr di cous-cous
350 gr di brodo vegetale (o acqua e dado) bollente

In una ciotola disporre il cous-cous e versarci  il brodo bollente mescolando con una forchetta. Rigirare di tanto in tanto. Spellare la coda di rospo, tagliarla a tocchetti asciugarla con carta assorbente e infarinarla con la farina di riso. In una padella antiaderente scaldare l'olio con l'aglio sbucciato e quando è caldo versarvi il pesce. Cuocerlo per circa 5 minuti cercando di spadellare senza usare cucchiai o altri utensili (è molto delicato). Quando si sarà dorato sfumare con il vino bianco, salare, pepare e lasciare andare ancora per circa 10 minuti. Intanto lavare il timo e grattugiare lo zenzero e una volta che il vino sarà evaporato, unirli al pesce e spegnere il gas. Lavare i pomodorini e tagliarli a metà condendoli con il patè di olive.
Tagliuzzare l'erba cipollina e unirla al cous-cous.
Comporre il piatto pressando il cous-cous in un coppapasta e contornandolo con i pomodori e la coda di rospo. Completare con l'erba cipollina e un filo d'olio sul cous-cous.
Una vera prelibatezza!!!

Ricetta vincitrice del concorso "Lo chef del mese" indetto da Nutrifree

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...