29 dic 2011

Salatini alle nocciole e...buona fine d'anno


Vi lascio un'idea per il vostro cenone di San Silvestro che lascerà tutti soddisfatti.
Io li ho preparati per la sera della vigilia di Natale e li ho serviti in accompagnamento ad 
una mousse di salmone che presto condividerò con voi.
Sono spariti in un solo istante!
Una parte l'ho impacchettata in carta trasparente e l'ho regalata alla mia vicina di casa 
e anche lì i complimenti sono fioccati :)
Ve li consiglio, potete anche prepararli in anticipo e conservarli per 2 o 3 giorni in un contenitore ermetico.
La ricetta è presa da Sale e Pepe del dicembre 2002 e questa è la mia versione gluten free.

Ingredienti
200 gr di farina (ho usato il Mix per biscotti e crostate)
200 gr di grana grattugiato (proverei a diminuire di circa 20 gr)
50 gr di nocciole spellate
200 gr di burro morbido
2 uova
pepe fresco appena macinato

Tostare le nocciole in un padellino per 5 minuti e passarle al mixer per ottenere una granella molto fine.
Setacciare la farina e unirvi il burro morbido impastando gli ingredienti.
Incorporare rapidamente le uova, il formaggio, le nocciole tritate e una abbondante macinata di pepe.
Formare una palla e lasciarla riposare in frigo per un'ora.
Trascorso questo tempo  accendere il forno a 180°, riprendere l'impasto e lavorarlo velocemente. Stenderlo in una sfoglia abbastanza sottile e ricavare le forme desiderate (vi consiglio piccole dimensioni).
Predisporre della carta da forno su 2 placche e disporvi i  salatini quindi infornare per circa 10/15 minuti.
Sfornare e lasciare intiepidire poi trasferire su una gratella a raffreddare.

Con questi sfiziosi salatini vi auguro d trascorrere un divertente San Silvestro e soprattutto un grandioso 2012.
Io vado a preparare il camper...domani si parte :)

28 dic 2011

Tozzetti di pane senza glutine


Avete mai sentito parlare del picnic di Santo Stefano?
Ma come no? E' tipico delle donne mediterranee stressate dal tour-de-force natalizio in casa, in compagnia di rumorosi parenti, strepitanti bambini, scoppiettanti fornelli e interminabili tombolate.
Io ho detto NO! Un'altra giornata in casa no!
Così  la mattina di Natale ho rinfrescato il mio lievito madre e la sera ho impastato questi fantastici paninetti. 
La mattina del 26 dicembre mi ha vista accendere il forno di buon'ora, scaldare la mia refrattaria e trascinare la famiglia al lago di Castel Gandolfo per una meravigliosa giornata al sole.

La ricetta non è altro che quella di Olga e Manu che trovate nel libro Ricettario per celiaci e che ormai rifaccio tutte le settimane. Non mi sono inventata niente ma vi consiglio di provare questo pane in queste dimensioni, con la variante del Mix con la Pandea e con le dosi dimezzate e poi mi farete sapere ;)

Ingredienti
160 gr di Sfornagusto Bi-Aglut
60 di Farmo
80 di Pandea
100 gr di lievito madre
225 gr di acqua
mezzo cucchiaino di miele
1 cucchiaino e mezzo di sale
1 cucchiaio e mezzo di olio

La sera verso le 21/21.30  ho sciolto nell'impastatrice il lievito con l'acqua e il miele lasciando 
agire per 10 minuti.
Intanto ho preparato il mix delle farine che ho aggiunto cucchiaio per cucchiaio al liquido, lasciando lavorare la macchina. Alla fine ho unito olio e sale e ho lavorato per circa 10 minuti. Poi ho trasferito in una ciotola e lasciato lievitare per tutta la notte.
La mattina dopo verso le 9 ho ripreso l'impasto che era almeno triplicato.
Ho infarinato  (con Mix it) la spianatoia e ci ho fatto cadere su l''impasto senza rilavoralo. 
Ho tagliato tanti triangoli incidendoli al centro e li ho coperti con un canovaccio pulito.
Ho acceso il forno a 250 funzione grill, mettendo la pietra refrattaria sul gradino più alto. 
Una volta che il forno ha raggiunto la temperatura, ho fatto riscaldare la pietra per 30/40 minuti. Trascorso questo tempo, ho cambiato funzione impostando su "statico" e ho abbassato la griglia con la refrattaria al secondo gradino partendo dal basso. Ho spennellato i panini con una miscela di acqua e olio e li ho infornati. Dopo 8 minuti ho abbassato il forno a 200° e ho lasciato cuocere per 25 minuti circa.
Ho sfornato e gustato la croccantezza di questi meravigliosi panini.
Grazie ancora Olga!




Cartoline dal Lago







Buon appetito!


22 dic 2011

I ricciarelli...senza glutine


Cosa ci vorrebbe per farceli trovare senza glutine al super? 
Nulla in realtà perché gli ingredienti sono naturalmente gluten free ma invece no!
Tracce e contaminazioni ci impediscono ogni piacere :(
E allora via con l'autoproduzione :)))

Ingredienti
330 gr di mandorle pelate
300 gr di zucchero
2 albumi
qualche goccia di aroma alle mandorle
zucchero a velo consentito

Accendere il forno a 180° ventilato
Nel Bimby inserire le mandorle e tritare 4 sec. vel.6
Unire tutti gli altri ingredienti e lavorare 20 sec. vel.5 spatolando.
Preparare un piatto con dello zucchero a velo e foderare di carta da forno 2 leccarde.
Prelevare delle piccole quantità di impasto grandi quanto una noce e passarle nello zucchero a velo schiacciandole un po'. Infornare per circa 10 minuti o finché saranno appena dorati.
Raffreddare su una gratella
Auguri a tutti!

21 dic 2011

Tronchetto al mandarino e pistacchi senza glutine

Questo ve lo posso proprio consigliare come dolce di Natale.
E' una ricetta che ho preso da Sale e Pepe di questo mese e che ho modificato qua e là. La ricetta glutinosa è identica nelle proporzioni delle farine e dei liquidi. Io ho variato il topping e parte del ripieno.
Semplice e veloce da preparare, gusto delicato, impasto leggero da fine pasto natalizio, facile e molto molto gustoso. Che volete chiedermi di più?
Procediamo presto,  manca poco a Natale!



Ingredienti (per 8/10 persone)
Per il biscuit al cacao
3 tuorli
4 albumi
125 gr di zucchero a velo consentito
40 gr di cacao amaro consentito
15 gr di fecola di patate
Per la crema
300 ml di latte intero
100 ml di panna (crema di latte)
100 ml di succo di mandarino
3 tuoli (uno c'era rimasto dal biscuit)
la scorza di un mandarino
1 cucchiaio di pistacchi tritati
granella di meringa e mandorle (vi spiego come ottenerla)
Per il topping
150 ml di panna (crema di latte)
1 cucchiaio di pistacchi tritati
granella di meringa e mandorle 
cacao amaro consentito

Prepariamo il biscuit.
Separiamo i tuorli dagli albumi e setacciamo la fecola e il cacao.
Nella planetaria montiamo i tuorli con 80 gr di zucchero per 10/15 minuti, finché saranno densi e gonfi.
Accendiamo il forno a 200° ventilato per dolci.
Montiamo a neve gli albumi con lo zucchero rimasto e incorporiamoli delicatamente all'impasto con una spatola. Uniamo quindi anche il cacao e la farina un cucchiaio alla volta senza smontare l'impasto.
Rivestiamo due teglie di carta da forno stendendo l'impasto in due rettangoli da cm. 30x22 e livellando con   una spatola. Cuociamo in forno caldo per 8 minuti (io ho steso l'impasto in un'unica teglia prolungando la cottura di circa1/2 minuti). Prepariamo 2 fogli di carta da forno stesi su un canovaccio pulito e rovesciamo l'impasto una volta sfornato (rimarrà attaccato al foglio di carta usato in cottura mentre lo girate). Ora stacchiamo delicatamente la carta rimasta sul dolce e arrotoliamolo piano aiutandoci con il canovaccio. Ripetimo l'operazione per il secondo impasto e lasciamo raffreddare.
Prepariamo ora la crema
Mescolare tutti gli ingredienti tranne il pistacchio e la granella e mettere sul fuoco ad addensare.
Mescolare sempre con una frusta finché la crema non sarà pronta senza farla bollire. Una volta tolta dal fuoco, trasferirla in una ciotola e coprire con pellicola trasparente (senza pvc) a contatto con la crema per evitare che si formi l'antipatica pellicina. Lasciar raffreddare.
La granella di mandorle meringata che ho usato non è altro che un "errore riciclato".
Avevo fatto delle paste di mandorle ma ho quasi raddoppiato la dose di zucchero perché mi è venuto in mente di usare la farina di mandorle Decorì senza sapere che contiene già zucchero. Così ho tritato grossolanamente i biscotti che erano immangiabili e ho usato un po' di granella in questa preparazione.
Torniamo al nostro tronchetto.
Srotoliamo i biscuit e spalmiamoci la crema al mandarino, il pistacchio e la granella. Richiudiamo arrotolando e mettiamo in frigo a raffreddare per 3 o 4 ore. Prima di servire montiamo la panna e spalmiamola sul dolce in maniera irregolare, cospargendo con altri pistacchi tritati e granella.
Tagliamo le fettine e decoriamo con cacao amaro.
Ottima figura e buon Natale!









20 dic 2011

We wish you a Merry Christmas and a Happy New Year


La frolla al cioccolato la trovate qui

La frolla bianca è questa qui



Un sentito ringraziamento a Daniela per gli usci delle casette e per le sciarpe dei pupazzi di neve nonché...per la suddivisione delle glasse nei sac-à-poche :)



19 dic 2011

Patate e moscardini al timo fresco


Ingredienti (per 2 persone)
4 patate medie
400 gr di moscardini
timo fresco
1 spicchio d'aglio
olive nere
1 bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio d'aglio
sale, pepe, olio Evo q.b.


Sbucciare le patate, tagliarle a toocchetti e lessarle in acqua bollente per 10/15 minuti (devono essere quasi cotte e non sfatte). Scolarle e saltarle in padella con 1 cucchiaio d'olio per 5/10 minuti.
Pulire i moscardini e lasciarli un po' scolare. Rosolare lo spicchio d'aglio in 1 cucchiaio di olio e unire i moscardini facendoli cuocere per 5 minuti mescolando spesso. Sfumare con il vino bianco e cuocere per altri 1 minuti. Mescolare con le patate e le olive, regolare di sale e pepe e completare con il timo fresco.

17 dic 2011

Torta di ricotta e prugne


Oggi vi propongo un dolce diverso dai soliti, con delle prugne nell'impasto, molta ricotta e pochissima farina. Una cottura lunga e lenta ma un risultato tanto insolito quanto unico.
A noi è piaciuta tantissimo e con piacere la condivido con voi.


Ingredienti
150 gr di prugne secche snocciolate
2 cucchiai di marsala
500 gr di ricotta
250 gr di zucchero 
3 uova
125 ml di panna (crema di latte)
60 gr di farina di mais finissima tipo Nutrifree
60 gr di cioccolato fondente consentito
zucchero a velo e cacao amaro consentiti

Preriscaldare il forno a 160°. Ungere leggermente una tortiera da 22/24 cm. e rivestirla con carta da forno. Tritare le prugne e mescolarle con il marsala in una casseruola che poi metterete sul fuoco portando ad ebollizione. Abbassare la fiamma e lasciar sobbollire per 30 secondi o finché il marsala non si sarà assorbito del tutto. Lasciar raffreddare.
Lavorare la ricotta e lo zucchero con le fruste per circa 4 minuti cercando di ottenere un composto soffice e cremoso. Unire, una per volta,  le uova leggermente sbattute continuando a lavorare ad ogni aggiunta. Unire la panna e amalgamare ancora per 2 minuti. Con un cucchiaio di metallo incorporare delicatamente la farina, le prugne e il cioccolato tritato finemente.
Versare il composto nella tortiera e cuocere per 2 ore o finché lo spiedo non ne esce asciutto. Lasciarla nello stampo 15-20 minuti prima di rovesciarla delicatamente su una gratella a raffreddare completamente.
Per decorare come ho fatto io, spolverate la torta con dello zucchero a velo, poi appoggiate delicatamente la forma che intendete ottenere e spolverate ancora con il cacao amaro.


La ricetta l'ho presa dal libro "Muffin e Dolcetti"

16 dic 2011

Sauté di radicchio e funghi con couscous di mais e pane carasau senza glutine


Certi giorni mi sento solo ispirata dai sapori, dagli ingredienti a mia disposizione...
Questo è uno di quegli esempio da non trascurare :)
Inoltre ho da poco trovato in farmacia il Pane Carasau senza glutine e dovevo assolutamente provarlo.

Ingredienti (per 2 persone)
300 gr di funghi champignon
1 spicchio d'aglio
1 cespo di radicchio lungo
150 gr di cous-cous di mais Nutrifree
200 gr di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco
qualche pomodorino ciliegina
4 fettine sottili di provola affumicata
2 o 3 fogli di Pane carasau senza glutine
Olio Evo, sale, peperoncino e pepe q.b.

Scaldare il brodo e versarlo bollente sul cous-cous lasciandolo ammorbidire per 5/10 minuti e sgranando di tanto in tanto con una forchetta. Unire un cucchiaio di olio.
Pulire i funghi e affettarli sottilmente. In una padella scaldare 2 cucchiai d'olio con un pizzico di peperoncino e far dorare l'aglio. Unire i funghi e lasciar cuocere scoperti per 10/15 minuti. 
Salare e sfumare con il vino bianco finché i funghi non saranno morbidi. 
Tagliare il radicchio a listerelle e asciugarlo su una griglia bollente. Nella stessa padella dei funghi scaldare un cucchiaio di olio con del peperoncino e rosolarvi il radicchio per qualche minuto.
Tagliare il pane carasau a triangoli e bagnarli leggermente con dell'acqua: disporli in un piatto e condirli con olio, sale e pepe. Versarvi sopra il cous-cous e le verdure calde e completare con la provola che dovrebbe sciogliersi a contatto con il calore delle verdure (altrimenti passate il piatto in microonde per qualche secondo). Contornare con pomodorini tagliati a metà e un giro d'olio finale.
Buon appetito!

15 dic 2011

RIFATTE SENZA GLUTINE: Crespelle al prosciutto e ai funghi




Ed eccoci al secondo appuntamento delle Rifatte senza glutine. Ricordate l'iniziativa con la quale alcune foodbloggers celiache o con figli e amici celiaci hanno deciso di proporre ogni mese una ricetta diversa da realizzare in maniera facile senza glutine.
In questi ultimi tempi si parla molto di celiachia e di dieta senza glutine; bloggers, giornali e Tv, sembra quasi diventata una moda. Ma secondo voi può essere considerata tale?
Se avete 2 minuti leggete l'articolo apparso su Starbene il cui titolo, sfortunato almeno quanto l'articolo stesso, è "Va di moda la celiachia".  Provate a immaginare quello che una persona affetta da celiachia può provare leggendo notizie del genere. E' incredibile quanto poco sul serio si prendano certe cose e quanto facilmente si tenda a commercializzare tutto, ma proprio tutto.
Vi assicuro che noi celiaci non ci divertiamo molto a vivere questa condizione; solo, la accettiamo di buon grado perché le sfide nella vita vanno affrontate e poi vinte.

E' a questo scopo che l'iniziativa delle Rifatte senza glutine è stata creata e NON per riempire la rete di ricette senza glutine...fashionably useless!

Le crespelle di Una cucina tutta per sé


Nella mia versione troverete una parte di farina di grano saraceno che ha conferito un ottimo sapore alle crepes e due diversi ripieni per accontentare i gusti di grandi e piccini.
Ho inoltre usato due tipi di funghi, sia perché  mi piaceva l'idea di avere i pioppini fuori dalle crepes e sia perché non c'erano champignon a sufficienza :)

Ingredienti (per 4 persone)
per le crepes
200 gr di farina Nutrifree per pane
50 gr di farina di grano saraceno Nutrifree
500 ml di latte
1 noce di burro
4 uova
per il ripieno
400 gr di funghi fioroni (grossi champignon)
200 gr di funghi pioppini
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olio, sale e pepe
120 gr di prosciutto Praga consentito
250 gr di mozzarella
1 pizzico di noce moscata
200 gr di panna da cucina

Le crepes le ho fatte con il Bimby mettendo tutti gli ingredienti nel boccale tranne il burro e lavorando 30 sec. a vel.5. Ho trasferito il composto in una ciotola e lasciato riposare per 20/30 minuti.
Intanto ho preparato il ripieno.
Nel boccale pulito ho tritato il prosciutto insieme alla mozzarella e la noce moscata e ho messo da parte.
In una padella ho scaldato 2 cucchiai d'olio e vi ho tuffato i funghi fioroni lavati e tagliati a fettine sottili.
Ho lasciato cuocere per 10/15 minuti e ho spruzzato di vino bianco facendo poi evaporare per altri 5 minuti. 
Ho salato e tenuto da parte. Nella stessa padella ho saltato i funghi pioppini bagnando con un cucchiaio di brodo bollente e cuocendo coperti per 10 minuti.
Intanto ho frullato i funghi fioroni insieme a 150 gr di panna.
Quindi ho cominciato a preparare le crepes. Ho fuso il burro previsto e l'ho versato nel composto mescolando. Ho scaldato la crepiera e ho cominciato a ricavare le frittelline impilandole in un piatto.


Poi, ho cominciato a riempire le crepes: con il prosciutto tritato e la mozzarella le une e con i funghi tritati le altre. Ho chiuso a fazzoletto le crepes ai funghi e a fagottino quelle al prosciutto.


Ho imburrato 2 pirofile da forno e ho disposto le crepes. Su quelle ai funghi ho versato i funghi pioppini e la restante panna mentre su quelle al prosciutto ho distribuito altra mozzarella.
Poi ho completato con dei fiocchetti di burro e del parmigiano e ho infornato per 30 minuti circa in forno caldo a 180°.


Vi è piaciuta questa ricetta?
Partecipate anche voi il prossimo mese, guardate qui le info per partecipare
e preparate con noi la meravigliosa Pumpkin Pie di Un Castello in Giardino

14 dic 2011

Torta in bicchiere con noci e cannella


Per caso vi è avanzata una torta al cioccolato che non tanto vi era piaciuta?
A me si; era secca e poco lievitata ma non avevo alcuna intenzione di farla diventare compost 
da regalare al mio Comune. 
Ecco cosa ne è venuto fuori

Ingredienti
270 gr di torta al cioccolato
80 ml di liquore (io ho usato Crema Catalana)
120 ml di latte
50 gr di noci tritate
cannella a go-go
250 gr di mascarpone
3 uova freschissime
3 cucchiai di zucchero


Ho sbriciolato la torta e l'ho bagnata con il liquore e il latte.
Ho preparato la crema con il Bimby.

Nel boccale perfettamente pulito e asciugato inserire la farfalla pulita e montare gli albumi per 4 min. vel. 4 
e mettere da parte in frigorifero.
Senza lavare farfalla e boccale, lavorare i tuorli con lo zucchero per circa 4 minuti vel. 4. Togliere la farfalla e aggiungere il mascarpone a cucchiaiate con le lame in movimento a vel. 3. Versare il tutto in una terrina e aggiungere gli albumi a neve piano piano, dal basso verso l'alto per non smontare. 
Ho composto i bicchieri alternando strati di torta con noci e crema e completando con una spolverata di cacao amaro e della cannella.
Molto molto buoni

13 dic 2011

Le crocchette di patate; un classico sempre molto gradito anche senza glutine


Chi mi segue ormai sa bene quanto mi piaccia cucinare e pasticciare con ogni ingrediente e forse si stupirà a sapere che l'unica cosa che non faccio volentieri è friggere.
E non solo per motivi di salute si intenda, nel senso che, una volta ogni tanto, un fritto fatto in casa non sarebbe poi così dannoso. No, il vero problema è che non sopporto l'odore di frittura che continua ad aleggiare in casa per giorni e giorni malgrado il lavaggio dei filtri della cappa 
e le finestre aperte tutto il giorno ;)
La friggitrice è una soluzione ma comunque pulirla non è proprio la cosa  più rilassante da fare.
Fatta questa premessa, vi confesso che ci sono dei giorni in cui ho solo voglia di fritti. 
E secondo voi io vado a comprarli? Questo è un esempio di voglia soddisfatta e anche se potrà sembrare una ricetta scontata, a volte le cose più semplici son quelle a cui meno si pensa!

Ingredienti
1 Kg di patate farinose
80 gr di parmigiano reggiano
2 tuorli
sale e pepe q.b.
noce moscata a piacere
preparato per impanare senza glutine
2 uova per impanare
1 lt. di olio di arachidi per friggere

Lavare le patate e cuocerle senza sbucciarle in pentola a pressione per 20 min. salando un po' l'acqua.
Scolarle e sbucciarle quindi passarle allo schiacciapatate ancora calde. Unire il sale, il parmigiano, i tuorli, il pepe e la noce moscata e amalgamare il tutto.
Preparare 2 piatti: in uno metterci il preparato per impanare e in un altro le uova leggermente sbattute .
Con le mani prelevare piccole dosi dal composto dandogli la forma prescelta (cilindri o palline) e passarle prima nell'uovo e poi nel pangrattato facendolo aderire bene. Sistemarle su un terzo piatto e friggerle in olio bollente per qualche minuto. Se usate la friggitrice vi consiglio una temperatura non superiore ai 180°.
Servire calde dopo averle asciugate un po' su carta assorbente.

11 dic 2011

Torta ripiena di mele e uvetta di Corinto


Voglio darvi un dolce buongiorno oggi, con questa meravigliosa torta che spero cancelli le mie ultime "amarezze virtuali". Cosa è successo? Alcune di voi lo sanno già perché da qualche giorno sul mio blog, la mia adorata creatura, al posto delle foto che con tanta pazienza ho inserito da un anno e mezzo a questa parte, si possono vedere delle orribili immagini nere :(
E' successo un patatrac che non sto qui a spiegarvi ma tutte, e dico tutte, le mie foto sono state cancellate dal mio account di google!!! Non sono stati dei sabotatori misteriosi ma solo un tragico errore che pagherò per molto tempo visto che dovrò inserire nuovamente tutte le immagini che ora sono solo nel mio PC.
Spero di non veder diminuire da parte vostra l'interesse per il mio lavoro che 
con tanta passione ogni giorno metto a vostra disposizione. 
Grazie per la comprensione e buona domenica a tutti!

Ingredienti
per la pasta frolla
250 gr di farina per dolci (io Mix per crostate)
1 uovo
100 gr di burro
120 gr di zucchero
1 pizzico di cannella in polvere
la punta di un cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
per il ripieno
1 kg di mele renette
la buccia grattugiata di 1 limone
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di cannella in polvere
120 gr di uvetta (ne ho messi solo 90 gr)
120 gr di zucchero (io 100 gr di zucchero di canna grezzo)
50 gr di nocciole spellate e tostate
4 savoiardi secchi (io 5/6 amaretti di Piaceri Mediterranei)
1 tuorlo con un goccio di latte per spennellare

Ho preparato la pasta frolla e l'ho fatta riposare in frigo per 1 ora.
Ho messo l'uvetta in ammollo in acqua tiepida.
Ho ripreso la frolla e ne ho steso una metà  in un disco su una tortiera apribile di diametro 24 cm.(io ho usato Guardini) lasciando da parte la restante parte.
Ho acceso il forno a 180° ventilato per dolci.
Ho sbucciato le mele e le ho tagliate a cubetti irrorandole man mano con il succo di limone. 
Poi le ho scolate e miscelate con l'uvetta sciacquata e strizzata, lo zucchero, la cannella, le nocciole tritate e una parte di buccia di limone mescolando bene il tutto.
Ho bucherellato la pasta e sbriciolato sopra gli amaretti per potervi versare tutto il composto di frutta che cospargeremo con la restante scorza di limone.


Ora stendiamo il secondo disco di pasta e con un tagliapasta a forma di foglia ricaviamo 
4 foglie che andremo ad alternare alle aperture ottenute. 
Trasferiamo delicatamente il disco di pasta sulla frutta a copertura della  torta.
Sigilliamo bene con una forchette e spennelliamo con il torlo battuto con il latte.


La torta è pronta per andare in forno e cuocere per 1 ora circa.
Sfornare e lasciar raffreddare prima di servire.


08 dic 2011

Antipasto di formaggio e pere con miele e fiocchi di bresaola


Il nostro antipasto di oggi lo consiglio vivamente per le prossime festività natalizie perché leggero e gustoso ma al tempo stesso veloce da preparare. Anche questa ricetta è tratta da Sale e Pepe (ottobre 2002) ma l'ho modificata un po' nelle dosi e ho aggiunto della bresaola.
Il mi è naturalmente senza glutine ma basta utilizzare del pane glutinoso per renderlo adatto a tutti.

Ingredienti (per 6 persone)
6 fette di pan bauletto senza glutine
1 pera non troppo matura
2 cucchiai di miele
il succo di mezzo limone
1 cucchiai di noci tritate
gorgonzola dolce
taleggio
bresaola consentita
pepe q.b.

Tagliare le fette di pane e tostarle in forno.
Tagliare la pera a fettine molto sottili e irrorarle con il succo del limone
Sciogliere il miele in microonde (o a bagnomaria) e mescolarlo alle noci.
Spalmare il gorgonzola sul pane ancora caldo e metterci qualche pezzettino di taleggio.
Se non si sciolgono passarle per 1 minuto sotto il grill del microonde.
Scolare le pere e asciugarle con carta assorbente quindi, sistemarle sopra alle fette di pane e completare con il composto di miele e noci.
Arrotolare le fette di bresaola e decorare negli spazi vuoti.

Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania e Artu

Il contest Mio e di Artù







Gnocchetti di zucca all'olio di acciughe e timo



Ecco, questo sarà il mio pranzo di oggi, debitamente sperimentato e fotografato la scorsa settimana
 per non fare brutte figure :)
Eccezionali, a noi sono piaciuti tantissimo e spero che oggi tutti i miei ospiti la pensino allo stesso modo.

Ingredienti (per 3/4 persone)
800 gr di zucca pulita
160 gr di farina (io ho usato il Mix per pasta all'uovo)
2 pizzichi di sale
1 tuorlo
farina per impastare

30 gr di burro (io chiarificato)
4 filetti di acciughe sott'olio
3 rametti di timo fresco
parmigiano a scaglie

Pulire la zucca e cuocerla al vapore per 30 minuti (io ho usato il Bimby)
Scolarla e lasciarla asciugare almeno un paio d'ore. Cercare di strizzarla un po'.
Passarla con lo schiacciapatate eliminando l'altra acqua in eccesso.
Su un piano disporre la farina a fontana e mettere al centro la zucca, il sale e il tuorlo impastando velocemente. Prelevare piccole dosi di impasto, infarinarle e tirarle in cordoncini. Tagliare dei piccoli "cuscinetti" e lasciarli sul piano infarinato.


In un padellino sciogliere il burro con i filetti di acciuga a fiamma bassa.
Portare ad ebollizione abbondante acqua salata e cuocere metà degli gnocchi tirandoli su appena vengono a galla e mettendoli in una pirofila con metà dell'olio alle acciughe e del timo. Cuocere l'altra metà degli gnocchi e condire anch'essi completando con il timo e le scaglie di parmigiano.
Servite caldissimi.


Ricetta presa da Sale e Pepe Novembre 2002




06 dic 2011

Mini coppette al muesli e frutti di bosco


Questa foto attendeva paziente di essere pubblicata e giaceva fresca e tentatrice nel mio archivio.
Finalmente la sua ora è arrivata :)
Ve li ricordate i miei mini cheesecake alle fragole?
Mi era avanzata un po' di crema e così decisi di sfruttarla per un piccolo sfizio al cuchiaio
Vi ricordo la ricetta, ma modifico le dosi della crema per ricavare solo le coppette.

Ingredienti
4 gr di colla di pesce consentita
120 gr di ricotta
160 gr di philadelphia
90 ml di panna fresca (crema di latte)
1/2 bustina di vanillina
2 cucchiai di zucchero a velo
muesli croccante senza glutine
miele d'acacia
topping Fabbri ai frutti di Bosco
(potete anche usare quello al caramello)

Sciogliete la colla di pesce in una ciotolina con l'acqua per 10 minuti.
Nel Bimby (o in altro mixer) mettere i formaggi con lo zucchero e la vanillina e amalgamate per 6/7 sec. vel.5. Controllate che la crema sia bella liscia. In un pentolino scaldate leggermente 30 ml di panna e unite la colla di pesce ben strizzata. Amalgamate e versate il tutto nel boccale mescolando a vel.2 per qualche secondo. Montate il resto della panna e unitelo delicatamente al composto.
Prendete le coppette o i bicchieri che intendete utilizzare e versate il composto in un sac-a-poche tagliando via la punta. Cominciate a disporre uno strato di crema nel bicchiere, poi un po' di miele fatto colare a filo e quindi il muesli e proseguite fino a formare 2 o 3 strati. Guarnite con il topping Fabbri e mettete in frigo per un paio d'ore prima di servire.

05 dic 2011

Risotto delicato alle rape bianche, salsiccia e rosmarino


Cominciamo la settimana in punta di piedi, con la delicata fragranza delle rape bianche esaltata dal carattere deciso della salsiccia e dal profumo del rosmarino.

Ingredienti (per 4 persone)
320 gr di riso Arborio
250 gr di rape bianche
1 rametto di rosmarino fresco
200 gr di salsiccia di prosciutto consentita
700 ml di brodo vegetale per il risotto
200 ml di brodo vegetale per le rape
30 gr di burro (io chiarificato)
1 cipolla piccola
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe q.b.

Io ho usato la pentola a pressione ma potete utilizzare anche il classico metodo per i risotti.
Nella pentola a pressione sciogliere il burro e far dorare la cipolla tritata finché risulterà morbida. Unire le rape sbucciate e tagliate a tocchetti e rosolare per qualche secondo quindi, aggiungere i 200 ml di brodo e cuocere scoperto per dieci minuti circa. Quando il brodo sarà quasi completamente evaporato, unire il riso, tostare mescolando e versare i restanti 700 ml di brodo caldo. Chiudere il coperchio, far uscire l'eventuale vapore e alzare la fiamma. Quando sentite che la pentola comincia a "fischiare", abbassate la fiamma e calcolate esattamente 8 minuti  e mezzo. Nel frattempo spellare e sbriciolare la salsiccia facendola cuocere in un padellino (io non ho aggiunto grassi) e amalgamandola agli aghi di rosmarino.
Terminata la cottura del riso, sollevare la valvola per far uscire tutto il vapore e aprire il coperchio. 
Mescolare il riso con la salsiccia e il rosmarino, mantecare con il parmigiano e servire.

03 dic 2011

Torta di mele e mascarpone senza glutine (con Bimby)


Oggi vi propongo una versione particolare della torta di mele, il dolce forse più fatto nel mondo :)
Il mascarpone sostituisce il burro e la riuscita per  i miei gusti è da 10 e lode.
La ricetta l'ho presa sul sito di Giallozafferano e io l'ho resa gluten free solo sostituendo la farina

Ingredienti
250 gr di farina per dolci (io Mix per impasti lievitati)
250 gr di mascarpone
4 uova
150 gr di zucchero
1 pizzico di sale
10 gr di lievito per dolci consentito
1 punta di un cucchiaino di vaniglia bourbon
400 gr di mele
zucchero a velo consentito

Ho usato il Bimby.
Accendere il forno a 180° ventilato per dolci.
Nel boccale lavorare lo zucchero con le uova 2 min. vel.4.
Unire il mascarpone e mescolare 10/15 sec. vel. 3/4
Setacciare la farina con il lievito e la vaniglia e aggiungere tutto nel boccale lavorando per 10 sec. vel. 4.
Sbucciare le mele  e tagliarle a cubetti che unirete al composto mescolando bene con la spatola.
Imburrare e infarinare una tortiera apribile da cm. 26 e versarvi l'impasto.
Cuocere in forno caldo per 50 minuti circa (prova stecchino).
Una volta fredda, spolverizzarla con zucchero a velo


02 dic 2011

Finocchi e gamberi




Una ricettina facile e veloce trovata sulle schede del Bimby

Ingredienti (per 2 persone)
1 cipolla tagliata in quarti
30 gr di olio Evo
2 finocchi medi tagliati a fettine
1 presa di sale
40 gr di vino bianco
1 bustina di zafferano
300 gr di code di gamberi scongelate e sgusciate
(io ho usato gamberi freschi)

Mettere la cipolla nel boccale e tritare 5 sec. vel. 5.
Aggiungere l'olio e soffriggere 3 min. 100° vel.1.
Unire i finocchi, salare e cuocere 5 min. 100° vel.1 antiorario.
Sciogliere lo zafferano nel vino e versarlo con i gamberi nel boccale: cuocere 10 min. Varoma vel.1 antiorario.
Se è ancora acquoso continuare la cottura a Varoma per qualche minuto.
Servire caldo. Unito ad una porzione di riso Basmati può diventare un gustoso piatto unico.


01 dic 2011

Alberelli di Natale senza glutine


Però però...anche se a volte l'idea del tran tran che sta per arrivare ci infastidisce (ma è solo colpa nostra che l'abbiamo resa una cosa stressante anche questa!), cosa c'è di più vero, coccoloso e rassicurante dell'atmosfera natalizia? Intendo proprio l'idea di pensare ai dolci da preparare, alla famiglia che si riunisce (e la mia è lontana di solito) chiacchiera e gioca a carte e ai bambini che giocano felici nel caldo salotto illuminato dall'albero luccicante e carico di palline colorate?
La festa più bella, che più dovrebbe far riflettere e non solo dal punto di vista religioso.
Ecco i miei primi biscotti per questo Natale 2011 non sono adorabili?

Ingredienti
Per la frolla
100 gr di burro
100 gr di zucchero
50 gr di mandorle (o farina di mandorle)
1 uovo e 1 tuorlo
qualche goccia di aroma alla mandorla
Per la glassa
1 albume
250 gr circa di zucchero a velo consentito
colorante in gel rosso e verde consentiti
confettini colorati consentiti

Il procedimento della preparazione della frolla è il solito così come la cottura dei biscottini tagliati con stampini  a forma di alberelli.
Una volta freddi ho preparato la glassa reale con il Bimby come ho indicato in questo post ma dosate lo zucchero in base alla consistenza che volete dare alle decorazioni (più o meno liquida).
Ho predisposto un sac-a-poche per ogni colore e ho proceduto a suddividere la glassa e a colorarla.
Per una volta non fatevi prendere dall'ansia che secchi presto perché mettendola nei sac-a-poche regge bene. 
Praticate un taglio molto piccolo alla punta del sacchetto e...buon divertimento!




con i miei Alberelli partecipo alle Strenne di Stefania
Contest (st)Renne Gluten Free

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...