05 mar 2012

Wiener Schnitzel senza glutine


E anche questo week-end è andato.
Tutto sommato è stato un fine settimana positivo, non direi rilassante ma comunque trascorso
in compagnia di amici, cari, veri e...cosa c'è di meglio da chiedere?
L'amicizia sincera è un dono raro e quando ci si rende conto di possederlo è un piacere
tenerselo stretto. Sabato sera tutti a casa,  per una cena organizzata di mattina e di corsa ma molto piacevole
da consumare in compagnia e che ci ha fatto tirar tardi a chiacchierare.
Domenica a pranzo fuori (un po' di riposo ci vuole) ma in un posto tranquillo, senza preoccupazione poiché
senza glutine e poi tutti a casa per un tè e una fetta di torta.
Molto meglio di qualunque mondanità poco tranquillizzante no?
Tutto ciò nulla c'entra con la ricetta di oggi...o forse un po' con l'amicizia ha invece a che fare.
Si, perché questa ricetta l'ho presa dal bellissimo libro che sto leggendo, "La parte più tenera" di Ruth Reichl che una cara amica virtuale mi ha prestato. Grazie Ely per la tua generosità, questa ricetta, per quanto possa sembrare simile alle nostre cotolette...è semplicemente divina!
Eccezione alle mie abitudini: cottura nel burro ma...quando ce vò ce vò!!!

Ingredienti per 4 persone
4 cotolette di vitello disossate
un piatto di farina
un piatto di pangrattato senza glutine
1 uovo
100 gr di burro (aiutooo!!!)
1 limone
sale e pepe

Per la preparazione faccio parlare direttamente la Signora Peavey
"Battere la carne fra due fogli di carta oleata finché non sarà ben sottile (il segreto della buona riuscita di questo piatto sta appunto nel far diventare la carne il più sottile possibile)


Mettere la farina e il pangrattato in due larghe piatti e sbattere l'uovo in un altro piatto. 
In ciascun piatto mescolare sale e pepe.
Una ad una, passate le cotolette nella farina, poi nell'uovo e infine nel pangrattato, finché non ne saranno finemente ma completamente rivestite. Sistematele su un vassoio coperto con un foglio di carta oleata e lasciate riposare in frigo per circa 1 ora.


Fate sciogliere due terzi del burro in una grande padella. Quando inizierà a soffriggere, adagiatevi
le cotolette e cuocetele per pochi minuti a fuoco vivace dorandole su entrambi i lati quindi,
ponetele su un piatto di portata. Sciogliete (a fiamma bassissima) il rimanente burro nella stessa padella
e aggiungete il succo di limone. Mescolate qualche istante e versate la salsina sulle cotolette.
Servite calde"

Buonissime ;)

4 commenti:

  1. tutto quel burro può spaventare, ma a vedere il risultato sembra ne valga la pena. Baci

    RispondiElimina
  2. bellissime!
    anche il mio babbo, che è trentino, le impanate le mangia solo se cotte nel burro. e devo dire che sono troppo buone. ogni tanto sgarrare si può, vero?

    RispondiElimina
  3. Eh si ragazze! Ogni tanto ne vale la pena ;)

    RispondiElimina
  4. a casa mia ti farebbero muna statua per queste cotolette, le adorano! semplice è sempre meglio, anche col burro ;-) bacetti :-X

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...