28 set 2012

La Viennetta senza glutine



Deliziosa, semplicemente fantastica!
Ho preparato questo dessert la sera del 3 agosto, tanto per festeggiare i miei 42
con la famiglia ma senza alcuna voglia di accendere il forno viste le già alte temperature esterne.
Non mi aspettavo assolutamente che, senza la meringa italiana, un semifreddo potesse
riuscire così bene. E' stata una piacevolissima sorpresa e, dai miei ricordi pre-celiaci,
 molto molto simile alla Viennetta originale.
La ricetta è presa dal libro "Dolci al cucchiaio" dove viene chiamata Semifreddo nocciolato
della Vorwerk e mi è tanto piaciuta da suggerirla alla mia amica Daniela per un'occasione speciale.
Se avete il Bimby guardate pure la sua versione, altrimenti rimanete qui e leggete la mia ;)

Ingredienti
30 gr di nocciole intere spellate
30 gr di nocciole in granella
400 gr di panna fresca fredda (crema di latte)
80 gr di zucchero a velo consentito
60 gr di cioccolato al latte consentito
30 gr di latte intero
3 albumi
Topping Kroccant della Fabbri (mia aggiunta)

In un mixer (o in un omogeneizzatore) tritate le nocciole intere fino a polverizzarle.
Tritate anche il cioccolato al latte.
Trasferite in un pentolino che appoggerete su uno più grande con dell'acqua sotto 
(accertatevi che il fondo del pentolino superiore non tocchi l'acqua sottostante),
 aggiungete il latte e sciogliete tenendo la temperatura sui 50°.
Avrete così ottenuto una crema di nocciole che, se non avete voglia di fare da soli,
potreste sostituire con un cucchiaio o due di nutella.
Montate a neve la panna con lo zucchero a velo e metterla in frigorifero.
Montate ora gli albumi a neve (non fermissima) e incorporateli con delicatezza e poco per volta
alla panna precedentemente montata, dal basso verso l'alto finché i due composti
non saranno amalgamati del tutto.


Rivestite ora uno stampo da plumcake con della pellicola alimentare (senza PVC mi raccomando!)
e disponete sul fondo un terzo della crema bianca.
Al centro spalmate un cucchiaio di crema di nocciole e metà della granella di nocciole.
Coprite con il secondo terzo della crema bianca e ripetete l'operazione con la crema
di nocciole e la granella completando con l'ultimo terzo di crema bianca.
Trasferite in freezer per almeno 8 ore.
Togliete dal freezer circa 15 minuti prima di servire (dipende anche dalla temperatura esterna)
e rovesciate lo stampo su un piatto da portata.
Decorate con altra granella di nocciole e con il Kroccant...SLURP!



Con questa ricetta partecipo al contest di Simona
Il mio primo contest






24 commenti:

  1. fa ancora piuttosto caldo e questa viennetta mi ispira proprio! ha un aspetto veramente invitante! brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro...io la farò anche d'inverno!

      Elimina
  2. Direi che sono fantastiche...Bacio Dani.

    RispondiElimina
  3. Uno spettacolo che con questo caldo non ci sta niente male ^_^

    RispondiElimina
  4. ma che golosita!
    buonissima!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  5. mmmmmh ... io me la mangerei tutta! troooppppo bbbuona

    RispondiElimina
  6. Molto bella e super golosaaaaa!!!
    ciao a presto ^-^

    RispondiElimina
  7. Certo che viene bene anche senza meringa italiana... il problema è che l'albume rimane crudo, that's all!
    In ogni caso con questo caldo è proprio quello che ci vuole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ma tanto una volta congelato non ci dovrebbero essere più problemi no? ;)

      Elimina
  8. è tantissimo che volevo fare la viennetta, questo post casca proprio a fagiolo: gti è venuta meravigliosa, anna lisa! ma quando mai non è così, d'altronde?

    RispondiElimina
  9. ma che brava!!! sono anni che sbavo davanti alla viennetta e tu riesci a farla benissimo!! grande AnnaLisa!!! auguri in ritardissimo, hai un anno meno di me e sembri una ragazzina ;-) fai nella sezione finale di open kitchen magazine e lì mi vedi,..considera che ho inviato foto di anni fa...mica sò scema!! ha ha ha bacioni :-X

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che scemotta! Anche ora sarai bellissima :)))

      Elimina
  10. Qui andiamo oltre!!!!!! Che favola ragazza! Tra te e Anna Lisa mi mettete ko, le mie woman gluten free star!!!!

    RispondiElimina
  11. Ecco sono stanca e strafusa ho visto il commento di Sonia e mi sono confusa ma penso si sia capito lo stesso :-))) Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla cara, avevo capito e ne sono fiera :)

      Elimina
  12. Complimenti stupendo lo mangerei subito anche prima di pranzo :-D
    buona domenica

    RispondiElimina
  13. Uguale! Anzi: meglio perché è senza glutine!!

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...